Aurora boreale, dove vederla

di | 24 Gennaio 2019

Cos’è l’aurora boreale? Informazioni e spiegazione del fenomeno naturale più bello in assoluto

L’aurora boreale rappresenta per alcuni un vero e proprio sogno da realizzare, ovvero la sua visione nel cielo in un gioco di colori e movimenti unici che sfociano nel più bello spettacolo della natura in assoluto.
La sua visione però non è definita da qualche regola statica e prevedibile, essendo un fenomeno molto particolare e soprattutto visibile esclusivamente in alcune zone del planisfero. Una zona tra tutte è l’Islanda, della quale parla anche l’articolo online su TipInTravel, ma non è l’unico luogo in cui è possibile vederla.
In questo articolo, però, non vogliamo parlare dei luoghi in cui poterla ammirare o le metodologie migliori per farlo, bensì vogliamo parlare a livello più scientifico, indicando all’atto pratico cosa accade nel cielo per far sì di permettere all’aurora boreale di apparire.
Per cui mettetevi comodi e proviamo a spiegarvi con parole semplici ciò che accade in natura durante questo bellissimo gioco di movimenti e colori.

Aurora boreale: come si crea e cosa rappresenta?

Per far sì che il fenomeno possa verificarsi sono necessari alcuni requisiti, ma in realtà sono necessarie anche altre circostanze per poterlo vedere, come ad esempio un cielo limpido per evitare che compaia dietro le nuvole e nonostante sia presente non riuscir a visionarlo.
I requisiti necessari, però, per farlo accadere, sono legati a fenomeni d’interazione tra particelle, in particolare protoni ed elettroni di origine solare devono interagire con la ionosfera terrestre, ovvero l’atmosfera che si trova tra i 100 e i 500km.
Queste interazioni di particelle eccitano gli atomi presenti nell’atmosfera che, diseccitandosi, riescono ad emettere fasce di luce con varie lunghezze d’onda, permettendo così come risultato finale, di creare un campo magnetico composto da elettroni (aurora boreale visibile ad occhio nudo) e protoni (aurora boreale visibile esclusivamente tramite strumenti particolari appositi, sia dalla terra che dallo spazio).

Quando, dove e come vedere l’aurora boreale?

Per completezza d’informazione, però, c’è da dire che l’aurora boreale è possibile vederla esclusivamente in alcune zone, dette ovali aurorali, presenti attorno ai poli magnetici della terra.
Come indicato all’inizio dell’articolo, uno tra i luoghi migliori per avere la fortuna di assistere a questo particolare e affascinante evento naturale, è sicuramente l’Islanda, ma in generale in tutta la zona del Nord Europa si può avere l’opportunità di assistervi.

Infine, il periodo migliore tendenzialmente è quello estivo, come dicevamo, non solamente per il periodo molto buono per la creazione dell’aurora boreale, ma anche perché è più probabile che il cielo sia limpido, permettendo così una migliore visione del fenomeno.
Anche il periodo invernale che va da Novembre a Gennaio però può rivelarsi proficuo, essendo un altro dei periodi in cui avviene più spesso l’aurora boreale.

Quelle che vi abbiamo fornito sono tutte le informazioni basilari legate al fenomeno dell’aurora boreale, ma, se state programmando una visita in qualche regione appartenente alle ovali aurorali, allora il consiglio è quello di approfondire in maniera dettagliata l’argomento per evitare di ritrovarvi a fare un viaggio a vuoto e tornare con la delusione di un sogno non realizzato…