Come visitare il Colosseo e i Fori Imperiali

di | 17 Gennaio 2019

Colosseo e Fori imperiali consigli per la visita

Il Colosseo è il monumento più visitato d’Italia e uno dei più visitati del mondo. E’ il simbolo di Roma, non ci sia persona nel globo che non lo conosca. Ovviamente se passate nella capitale una visita è d’obbligo, anche solo per ammirarlo dal’ esterno. Se invece volete entrare potete acquistare il biglietto che vi da’ l’accesso all ‘anfiteatro Flavio‘, nome corretto del Colosseo, e ai fori imperiali e Palatino che gli sono accanto.

Per una migliore esperienza vi consigliamo di prendere una guida che vi spiega passo passo la storia di questo incredibile monumento e di tutto quello che era l’antico centro cittadino della Roma Imperiale. Non solo potrai evitare la coda per i biglietti, ma trascorrerai una fantastica giornata e ne saprai molto di più sull’ antica Roma.

Il Colosseo si raggiunge a piedi se avete un hotel in zona Termini o se arrivate dalla stazione, circa 1.5 Km, oppure con la metropolitana linea B fermata omonima.

Il Colosseo è forse la struttura più conosciuta di tutta Roma. Questo anfiteatro era usato per gare di gladiatori e altri spettacoli pubblici come lotte di animali, finte battaglie navali, ecc. Questo anfiteatro ovale, con legami con la Chiesa Cattolica Romana, era interamente fatto di travertino e pietra e poteva contenere fino a 80.000 spettatori nel giorno . Alto circa 50 metri era anche il più alto anfiteatro mai costruito. Insomma il Colosseo si erge come una meraviglia architettonica di un tempo passato.

Suggerimento per i viaggiatori : non visitare il Colosseo la prima domenica del mese. perchè l’ingresso per i residenti a Roma è libero per cui ci saranno file mostruose. Ricordiamo che all’ interno del Colosseo non ci possono essere più di 3000 persone contemporaneamente, il flusso di entrata è quindi regolato. All’ interno del Colosseo ci sono spesso delle mostre che vale la pena visitare, in particolari giorni e in modo contingentato vengono aperte anche le gallerie sotterranee che ospitavano le fiere e i gladiatori, issati in alto con le prime “ascensori” conosciute, erano fatte di sistemi di funi.

Una volta terminata la visita e fatte le foto di rito dirigetevi verso il Foro Romano appena fuori dal Colosseo. Un tempo il centro di Roma, il punto di riferimento sembra sorprendentemente simile a qualcosa uscito da un film fantasy, con edifici alti, pilastri, colonne, archi, ecc. Oggi, il Foro è un’area piena di rovine, frammenti architettonici e scavi archeologici intermittenti. Oltre 4 milioni di turisti lo visitano ogni anno! Il Foro conserva resti di alcuni edifici iconici come il Tempio di Antonino Pio, il Tempio di Castore e Polluce e l’Arco di Settimio Severo.

Palatino

Dopo aver esplorato il cuore dell’Antica Roma, fai un viaggio indietro nel tempo per scoprire la nascita della città. Proprio nel mezzo dei sette colli di Roma, il Palatino domina il Foro Romano da una parte e il Circo Massimo dall’altra. Ci sono numerose leggende interessanti associate al Palatino. Una di queste leggende è quella in cui Ercole colpì Caco. Il colpo fu così duro da formare una fessura sull’angolo sud-est della collina, dove in seguito fu costruita una scala con il nome di Caco “scalae caci”. Una visita al Palatino ti offre l’opportunità di scoprire ancora più leggende incredibili.