Novità riguardanti le scuole nella legge di bilancio 2019

di | 17 Gennaio 2019

Legge di bilancio 2019: novità per le scuole

La nuova legge di bilancio per il 2019 è stata approvata in senato nella seduta del 22 Dicembre, diverse sono le novità nella scuola che sono state apportate. Vediamo di analizzare quelle più importanti nel dettaglio.

– Nuova alternanza scuola lavoro
La legge finanziaria diminuisce drasticamente il monte ore previsto per l’alternanza scuola-lavoro che ora prenderà il nome di “Percorso per le competenze trasversali e l’orientamento”, in pratica con questa decisione viene eliminata la parola “lavoro” che molta ambiguità aveva creato. Ma la modifica sostanziale introdotta all’alternanza scuola lavoro riguarda il numero di ore dedicate alla formazione degli studenti che vengono praticamente dimezzate, eccole nel dettaglio: 210 ore negli istituti professionali, 150 ore negli istituti tecnici e 90 ore nei licei. Riducendo le ore si riducono di conseguenza anche le risorse finanziarie destinate allo scopo, nello specifico tale riduzione delle ore di Alternanza scuola-lavoro permetterà di far risparmiare circa 50 milioni di euro.

– Fondi per l’apprendistato
Al pari dell’alternanza scuola lavoro la nuova manovra finanziaria riduce gli stanziamenti anche per i contratti di apprendistato ed in particolare interviene sull’apprendistato di primo livello. Vengono stanziati per l’anno 2019 50 milioni di euro (contro i 125 milioni di euro della legge di bilancio dell’anno precedente) per finanziare i percorsi dell’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore.

– Tempo pieno
Le novità nella scuola attraverso la nuova legge di bilancio riguarderanno anche l’aumento del corpo docenti nelle scuole primarie, l’obiettivo è quello di estendere il tempo pieno per tutti gli alunni delle scuole elelmentari. In particolare il programma di aumento del tempo pieno prevede l’aggiunta di 2000 posti sopratutto al Sud. Questo provvedimento, si spera, aiuterà le famiglie del Sud ( area del paese dove i servizi del tempo pieno sono limitati). È prevista inoltre l’assunzione di nuovi educatori ed in particolare la nuova legge di bilancio stanzia le risorse per l’assunzione di 290 nuovi educatori, ovviamente il tutto per l’anno scolastico 2019/2020.

– Bonus cultura
Torna anche nel 2019 il bonus cultura (poichè esso era stato previsto anche nell’anno precedente), il contributo di 550 euro stanziato dal Governo per chi compie il diciottesimo anno di età nel 2019 ( in particolare il bonus spetta ai residenti in Italia nati nel 2000 e agli stranieri residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno). Ma cos’è possibile acquistare con questi 500 euro? Essi potranno essere utilizzati per acquistare biglietti del cinema e per concerti, partecipare ad eventi culturali, acquistare libri,ebook,musica, biglietti per musei e monumenti ma anche per iscrizioni a corsi di musica, di teatro, di danza o di lingua straniera.

– Dispersione scolastica
Un’altra novità nella scuola è quella riguardante la dispersione scolastica, vengono raddoppiati i fondi per la dispersione scolastica che passano dai 4,4 milioni precedenti ai 10,7 milioni attuali. Questo senza dubbio è uno degli interventi più rilevanti dal momento che sotto questo punto di vista siamo tra i peggiori Paesi al mondo con oltre 3 milioni di studenti persi nell’anno 2018 e che poi solo pochissimi di questi successivamente hanno effettuato un recupero anni scolastici persi.

– Assunzione nei licei musicali
Il problema della mancanza di personale docente nei licei musicali attanaglia il nostro paese da molto tempo, basti pensare che nel biennio è stato praticamente impossibile effettuare la seconda ora di musica per via della mancanza di insegnanti. Con la nuova manovra si è cercato di limitare il problema attraverso lo stanziamento di risorse per l’incremento di 400 posti per il parco docenti dei licei musicali.